Amiata Records
Percorso: home page > Artisti > Sainkho Namtchylak
Sainkho Namtchylak

Sainkho Namtchylak è nata in un piccolo villaggio nella ex repubblica sovietica di Tuva, nella Siberia meridionale, vicino al confine con la Mongolia.
I suoi nonni erano nomadi e i suoi genitori erano entrambi insegnanti.
Ha studiato musica all’università locale e si recò da sola a Mosca per completarvi gli studi.

Ha anche studiato varie tradizioni siberiane lamaiste e sciamaniche, così come gli stili autoctoni di Tuva e della Mongolia di canto gutturale bifonico.
Successivamente ha iniziato la sua carriera professionale come cantante folk con "Sayani", il Tuvan State Folk Ensemble, facendo tournée in Europa, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Canada.

Nel 1988 Sainkho iniziò a lavorare con musicisti in Unione Sovietica, sforzandosi di fondere elementi tradizionali etnici con stili moderni.
E’ stata membro chiave del complesso "Tri-O" e suscitò l’attenzione della stampa occidentale a causa del suo aspetto così esotico.

Improvvisamente il pubblico ebbe modo di incontrare tonalità strane, canzoni a due voci, melodie bifoniche fuse con il jazz, musica contemporanea e suoni d’ambiente in un contesto transglobale.
Il canto bifonico gutturale mongolo era già noto in Occidente, ma da quel momento è stato liberato dalla sua nicchia nell’oasi della world-music esoterica.

"È il momento ed è la musica - le categorie non sono necessarie". Questa è una delle ferme convinzioni di Sainkho.
Sente le potenti radici nelle tradizioni Tuva ed usa l’improvvisazione per esprimerle e renderle più intense.

Sainkho al momento trascorre il proprio tempo tra Vienna, Mosca, Amsterdam e Milano, quando non è impegnata in tournée in altre parti del mondo, sia da sola che con il suo nuovo complesso.


Dischi

Gallery

© Pino Guidolotti
Percorso: home page > Artisti > Sainkho Namtchylak
it en