Amiata Records
Percorso: home page > Artisti > Michael Vetter
Michael Vetter

Michael Vetter, nato nel 1943 a Obersdorf nell'Allgäu, studiò teologia prima di passare molto tempo come monaco Zen in Giappone.
Musicista e pittore autodidatta, fece parlare di sè negli anni sessanta come interprete e compositore di musica per flauto dolce; fu scoperto da Karlheinz Stockhausen per la sua allora attuale "musica intuitiva" e negli anni settanta si occupò sempre più dello sviluppo delle possibilità espressive vocali.

Nel Sri Aurobindo Ashram di Pondicherry Vetter tenne un corso di un mese su "OM", nel Duomo di Brema come in molte altre chiese d'Europa cantò il suo "Oratorio armonicale", e nello stesso periodo recitò e suonò o Parigi, Basilea, Vienna, Tokyo e altrove il suo provocativa "Sprachliche Musik" (musica del linguaggio).

Aprò quindi sorprendenti dimensioni solistiche alla tambura, per secoli relegata all'umile ruolo di strumento di sottofondo della musica classica indiana, con composizioni che nel gennaio del 1983 furono oggetto di accaniti dibattiti nel "International Music Encounter" di Bombay.
Negli ultimi 10 anni sono apparse oltre 15 incisioni su compact disk di Michael Vetter.

Parallelamente alle sue attività musicali Michael Vetter è anche pittore, poeta, scrittore e fotografo. Nel 1973 pubblicò il suo romanzo senza parole "Handbewegungen" (movimento di mani) per la sua "Strukturelle Schrift" (scrittura strutturale) sviluppata in migliaia di fogli con pennelli giapponesi e inchiostro di china, la società internazionale di calligrafia con sede o Tokyo gli ha conferito il titolo di membro consulente ed il ministro degli esteri giapponese il suo premio artistico.

Nel 1988 apparve "Seinserfahrung" (I'esperienza dell'essere), "Das Buch von der Liebe zum Leben" (il libro dell' amore per la vita), nel quale presenta la sua visione artistica con più di 600 fotografie a colori e testi.
Dall'aprile del 1983 Michael Vetter vive di nuovo in Germania nelle vicinanze di Friburgo in Brisgovia, nella Foresta Nera.


Gallery

Percorso: home page > Artisti > Michael Vetter
it en